Dizionario della smaltatura tecnica e industriale in cinque lingue

Breve Glossario Tecnico

Proprietà dello smalto che consiste nella capacità di formare un legame chimico-fisico indissolubile nel punto d’interfaccia fra la matrice vetrosa e la superficie metallica.
Proprietà della polvere elettrostatica che le consente di restare attaccata al metallo. Misurata in percentuale, deve essere superiore al 70% per garantire la lavorabilità del prodotto.
Resistenza dello smalto porcellanato all'azione degli acidi deboli. È un requisito fondamentale in molti tipi di superfici smaltate destinate ad entrare in contatto con sostanze acide.
Negli smalti si riscontra una cessione nulla o bassissima degli ossidi che lo compongono, nel pieno rispetto delle norme vigenti.
Trattamento usato per rimuovere le impurità come ruggine, calamina o contaminanti inorganici dalla superficie metallica. La pulizia si ottiene mediante detergenti a caldo e l'uso di acidi a bassa concentrazione. L'applicazione a polvere può richiedere solo un semplicissimo lavaggio.
Letteralmente, "Facile da pulire". È una caratteristica fondamentale per alcune superfici smaltate come forni, piani cottura, pentolame ecc.
Matrice vetrosa dello smalto porcellanato, ottenuta tramite fusione e raffreddamento in acqua o in laminatoi. Può presentarsi in scaglie o in granuli friabili secondo il metodo di lavorazione. Il nome "fritta" deriva dal suono prodotto del materiale in raffreddamento, simile a quello di una frittura.
La serigrafia è una tecnica per stampare scritte e loghi, che consiste nell'uso di un telaio serigrafico (detto anche "schermo seta") che presente zone chiuse da una maschera e altre aperte. Il passaggio di una racla trasferisce la pasta attraverso la trama del telaio sul pezzo di metallo o vetro da decorare. Le paste serigrafiche sono smalti finemente macinati dispersi in un veicolo oleoso che consente il trasferimento.
Ossidi metallici calcinati che, dispersi nella matrice vetrosa (fritta), le conferiscono il colore. I pigmenti vengono inglobati dalla matrice vetrosa e diventano così del tutto inermi per la salute. L’ampia disponibilità di pigmenti permette allo smalto di disporre di una vasta gamma di colori ed effetti cromatici.
Smalto in polvere preparato con appositi additivi che gli conferiscono la capacità di aderire al metallo per effetto elettrostatico. Nonostante richieda particolari tecnologie per essere utilizzata, la polvere elettrostatica è uno dei sistemi di smaltatura più vantaggiosi, in particolare perché non richiede essiccazione e perché consente di riciclare completamente l'overspray.
"Pronto all'Uso". Smalto porcellanato già pronto per l'applicazione e cottura, cui si deve aggiungere solo l'acqua.
Rivestimento inorganico di natura vetrosa, usato per proteggere il metallo o migliorarne l’estetica, il quale, mediante fusione fra i 480 e i 900°C, forma un legame chimico-fisico stabile e indissolubile col supporto metallico.