Dizionario della smaltatura tecnica e industriale in cinque lingue

Breve Glossario Tecnico

Proprietà dello smalto che consiste nella capacità di formare un legame chimico-fisico indissolubile nel punto d’interfaccia fra la matrice vetrosa e la superficie metallica.
Proprietà della polvere elettrostatica che le consente di restare attaccata al metallo. Più alta l'adesione, più materiale rimane sul metallo.
Resistenza dello smalto porcellanato all'azione degli acidi deboli. È un requisito fondamentale in molti tipi di superfici smaltate destinate ad entrare in contatto con sostanze acide.
Trattamento usato per rimuovere le impurità come ruggine, calamica o contaminanti inorganici dalla superficie metallica. La pulizia si ottiene mediante l'uso di acidi, detergenti e calore ed è una procedura fondamentale da compiere prima della smaltatura.
Letteralmente, "Facile da lavare". È una caratteristica fondamentale per alcune superfici smaltate come forni, piani cottura, pentolame ecc.
Componente vetroso dello smalto porcellanato, ottenuto tramite fusione e raffreddamento violento (shock termico). Può presentarsi in scaglie o in granuli friabili secondo il metodo di lavorazione. Il nome "fritta" deriva dallo sfrigolìo del materiale in raffreddamento.
La serigrafia è una tecnica per stampare scritte, immagini, loghi ecc. Consiste nell'uso di una racla per tirare e spingere il materiale su un telaio le cui maglie sono aperte solo nei punti dove deve passare il materiale, mentre le altre parti sono schermate con una mascherina. Le paste serigrafiche sono prodotti specifici per ottenere scritte e loghi su vetro o su metallo smaltato.
Ossido di metallo in grado di colorare lo smalto. L’ampia disponibilità di pigmenti permette allo smalto di disporre di una vasta gamma di colori ed effetti cromatici.
Smalto in polvere additivato con oli che gli conferiscono la capacità di aderire al metallo per effetto elettrostatico. Nonostante richieda particolari tecnologie per essere utilizzata, la polvere elettrostatica è uno dei sistemi di smaltatura più vantaggiosi, in particolare perché non richiede essiccazione.
"Pronto all'Uso". Smalto porcellanato già pronto per l'applicazione e cottura, cui si deve aggiungere solo l'acqua.
Rivestimento inorganico di natura vetrosa, usato per proteggere il metallo o migliorarne l’estetica, il quale, mediante fusione fra i 480 e i 900°C, forma un legame chimico-fisico stabile e indissolubile col supporto metallico.